Sutherland è stato nominato allenatore dell’anno per l’educazione speciale

Steve + Sutherland +% 28center +% a destra 29 + è + dato + il + Maryland + Speciale + Ed + Coach + di + della + premio + Anno. + Sutherland + led + il + bocce + squadra + a + a + contea + campionato + + quest'anno. ++ Foto per gentile concessione + + + Jeffrey Sullivan + Twitter. +

Steve Sutherland (al centro a destra) riceve il premio Allenatore dell’anno speciale Maryland. Quest’anno Sutherland ha portato la squadra di bocce a un campionato della contea. Foto per gentile concessione di Jeffrey Sullivan su Twitter.

Special Olympics Maryland nominato allenatore di bocce Steve Sutherland l’allenatore di educazione speciale dell’anno 25 gennaio.

Sutherland ha portato la squadra ad un campionato della contea il 10 febbraio; in precedenza ha allenato altri sport unificati, come atletica leggera. Non essendo stato informato della sua nomina, Sutherland non si aspettava di vincere il premio, ha detto.

“Sono rimasto molto scioccato nel sentirlo”, ha detto Sutherland. “Non pensavo nemmeno che il mio nome fosse là fuori.”

Special Olympics Maryland sceglie il vincitore in base alle nomination degli studenti e ai risultati degli allenatori negli sport unificati.

Jeff Sullivan, direttore sportivo dell’MCPS, ritiene che Sutherland meriti il ​​premio, ha affermato.

“Ha una dedizione incrollabile per i suoi studenti-atleti, indipendentemente dallo sport”, ha detto Sullivan.

Il giocatore di bocce Harrison Carter ha concordato e ha detto che pensa che l’abilità di coach di Sutherland, così come la sua natura competitiva e solidale, lo renda degno del premio.

“Ha un buon equilibrio tra divertirsi e vincere”, ha detto Carter. “È davvero bello essere in giro ed è bravo con bambini speciali.”

Sutherland pensa che la parte più importante del coaching sia promuovere l’accettazione tra i giocatori che hanno disabilità intellettuali o dello sviluppo e quelli che non lo fanno.

“Molte volte, gli studenti che partecipano a queste squadre non avrebbero l’opportunità di indossare la scuola attraverso le casse e competere a livello di varietà”, ha detto Sutherland. “Vederli competere contro altre scuole è molto gratificante sapendo che potrebbero non aver avuto l’opportunità qualche anno fa.”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *