Lo studente Whitman aiuta il proprietario del camioncino dei gelati a organizzare lo zaino

Lo studente Whitman aiuta il proprietario del camioncino dei gelati a organizzare lo zaino
Donato + zaini + lay + in + Whitman% 27s + frontale + ingresso. + Senior + Sarah + Bruegmann + aiutato + ice + gelato + camion + driver + AJ + Jalloh + con + A + progetto + invio + zaini + per + bambini + in + + Sierra Leone. + Foto + da + Sydney + Miller. +

Gli zaini donati si trovavano all’ingresso anteriore di Whitman. L’anziana Sarah Bruegmann ha aiutato l’autista del camioncino dei gelati AJ Jalloh con un progetto di invio di zaini ai bambini della Sierra Leone. Foto di Sydney Miller.

L’anziana Sarah Bruegmann e il proprietario del camion dei gelati AJ Jalloh hanno raccolto zaini da donare agli scolari di Koidu Town, Sierra Leone, città natale di Jalloh, dal 18 maggio. Il team raccoglierà zaini fino all’ultima settimana di scuola.

Bruegmann e Jalloh hanno raccolto finora 20 zaini, ma spero di collezionarne molti altri, ha detto Bruegmann.

Il padre di Jalloh ha costruito una piccola scuola in Sierra Leone nel 1974. Durante la visita di ottobre a Jalloh, le cattive condizioni a cui ha assistito lo hanno ispirato a collezionare zaini per gli studenti lì.

“I bambini stanno soffrendo”, ha detto Jalloh. “Non hanno zaini, portano i loro libri tutto il giorno. Questi zaini saranno di grande aiuto, davvero di grande aiuto ”.

Jalloh ha chiesto a Bruegmann di iniziare il progetto mentre un giorno stava comprando un gelato nel parcheggio di Whitman. Dopo aver organizzato i dettagli con il preside Alan Goodwin, Bruegmann appese volantini intorno alla scuola e mise una scatola di raccolta fuori dall’ufficio principale.

La matricola Isabel Hoffman ha donato uno zaino, dicendo che ammira il modo in cui Bruegmann e Jalloh hanno lavorato insieme per coordinare il progetto.

“È sempre fantastico conoscere gli studenti che si connettono con altre persone nella nostra comunità di cui non potremmo mai conoscere storie e sfondi se non per persone come [Bruegmann] che sono coinvolti “, ha detto Hoffman.

Sebbene Bruegmann non abbia visitato Koidu Town, vede il valore nella missione di Jalloh e ha felicemente aiutato a raccogliere zaini, ha detto.

“È importante raccoglierli perché i bambini sono molto meno fortunati di noi”, ha detto Bruegmann. “Se abbiamo la possibilità di aiutarli con qualcosa di semplice come una vecchia donazione di zaini, dovremmo farlo senza esitazione.”

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *